Pubblicazioni

L’Accademia Petrarca ha promosso nei suoi duecento anni di vita un’attività pubblicistica intensa e articolata. L’Accademia è sede di due riviste scientifiche (Atti e Memorie e Studi Petrarcheschi), e promuove monografie e cataloghi di mostre.

L’Accademia collabora con istituzioni e università al fine di dare alle stampe studi e ricerche che siano in grado di promuovere e valorizzare la storia e la cultura aretina e non solo.

Atti e Memorie

È la rivista ufficiale dell’Accademia Petrarca dal 1838. Dapprima è stata pubblicata a fascicoli fino al 1908, poi dal 1920 ha avuto una cadenza annuale.

In essa confluiscono i contributi scientifici – relativi alle tre Classi di Lettere, Arti e Scienze – presentati nelle tornate accademiche ordinarie dell’anno precedente a quello della pubblicazione (Atti) e alcune brevi monografie non legate all’attività accademica (Memorie).

Il periodico è classificato dall’ANVUR tra le Riviste Scientifiche ai fini del calcolo degli indicatori dell’Abilitazione Scientifica Nazionale a partire dal 2012 e ai fini dell’accreditamento dei corsi di dottorato di ricerca a partire dal XXXIII ciclo (a.a. 2017-18).


Studi Petrarcheschi

Il periodico è stato fondato nel 1948 da Carlo Calcaterra; la prima serie si è conclusa con il vol. IV (1978). La seconda serie ha avuto inizio nel 1984, e oggi è diretto da Gino Belloni, †Giuseppe Billanovich, Giuseppe Frasso e Giuseppe Velli. Il Presidente pro tempore dell’Accademia Petrarca è Direttore responsabile della Rivista.

Esso rappresenta una delle sedi editoriali più rilevanti a livello internazionale per gli studi sulla vita e le opere di Francesco Petrarca e la critica petrarchesca. «Studi petrarcheschi» è attualmente edita e distribuita da Editrice Antenore – Salerno Editrice. Il periodico è classificato dall’ANVUR tra le Riviste di Classe A ai fini del calcolo degli indicatori dell’Abilitazione Scientifica Nazionale a partire dal 2012 e ai fini dell’accreditamento dei corsi di dottorato di ricerca a partire dal XXXIII ciclo (a.a. 2017-18).


Storia di Arezzo

Dal 2009 l’Accademia Petrarca ha promosso la pubblicazione di una storia complessiva e metodologicamente rigorosa della città di Arezzo, a tutt’oggi mancante. Nei volumi sono presentate le vicende di storia politica, istituzionale, sociale, economica, culturale, artistica e religiosa di Arezzo dalle origini della città (VI secolo a.C.) a oggi.

Il progetto prevede quattro volumi; ad oggi ne sono stati pubblicati tre (vedi sotto). Ciascun volume si compone di circa trenta capitoli, affidati a studiosi di riconosciuto livello nazionale e internazionale negli specifici settori di competenza. La storia è destinata sia agli studiosi che a tutti coloro che sono interessati e intendono approfondire la storia di Arezzo.

I volumi sono editi e distribuiti da Giorgio Bretschneider Editore, Roma

Il primo volume, Arezzo nell’antichità, uscito nel 2009 a cura di Giovannangelo Camporeale e Giulio Firpo, copre l’arco di tempo compreso tra il VI secolo a.C. e il VI secolo d.C. (invasione longobarda e papato di Gregorio Magno).

I volumi sono editi e distribuiti da Giorgio Bretschneider Editore, Roma

Il secondo volume, Arezzo nel Medioevo, uscito nel 2012 a cura di Giovanni Cherubini, Franco Franceschi, Andrea Barlucchi e Giulio Firpo, copre l’arco di tempo compreso tra il VII e il XV secolo.

I volumi sono editi e distribuiti da Giorgio Bretschneider Editore, Roma

Il terzo volume, Arezzo in Età moderna, uscito nel 2018 a cura di Irene Fosi, Renzo Sabbatini e Giulio Firpo, copre l’arco di tempo compreso tra il XVI e l’unità d’Italia (1861).

I volumi sono editi e distribuiti da Giorgio Bretschneider Editore, Roma

Altre pubblicazioni

In costruzione…